Benessere in Cucina

GNOCCHETTI VERDI AL GORGONZOLA

I formaggi, buonissimi mangiati come secondo piatto con contorno di verdure, ma anche fantastici ingredienti per condire i vostri primi creati con fantasia e tanto gusto.

 Amate i formaggi e proprio non ve la sentite di rinunciare alla loro golosa presenza nella vostra dieta quotidiana? Sapete cosa vi dico? Fate proprio bene. Un’alimentazione equilibrata non ammette divieti. Tutto si può mangiare ma nella giusta quantità, ossia 100 g di formaggio fresco e 50 g stagionato. Tenuto a mente questa informazione, vi potrete sbizzarrire in cucina e dare libero sfogo alla vostra fantasia.

Non solo secondo piatto

L’estate è appena passata e vi siete abituati a pensare ai formaggi come un piacevole secondo? Mozzarella e pomodoro, insalatone ricche di feta e quartirolo. Spesso, durante la bella stagione, ci piace consumare questo alimento in preparazioni fredde e veloci. Ora però, con l’arrivo dell’autunno, possiamo organizzarci e utilizzarli anche per guarnire un goloso primo piatto, l’importante è tenere bene a mente le dosi consentite. Avete per esempio un’irrefrenabile voglia di mangiare del gorgonzola, ma vi sembra troppo grasso per andare d’accordo con la vostra dieta? Non vi preoccupate, potete consumarlo, basta che siano solo 50 grammi.

Ricetta – Gnocchi di spinaci al gorgonzola

Per preparare dei fantastici gnocchi agli spinaci (per quattro persone) con salsa al gorgonzola vi serviranno: 800 g di patate, 700 g di spinaci, 200 g di farina, 1 tuorlo d’uovo, una manciata di pomodori datterini e 200 g di gorgonzola (50 g per persona). Una volta raggruppati tutti gli ingredienti, iniziate con la preparazione. Cominciate con il lessare gli spinaci e una volta strizzati, tritarli. Schiacciate poi le patate precedentemente lessate. Unite gli spinaci, la farina, le patate, il sale e il tuorlo, lavorando l’impasto fino a formare dei cilindretti. Tagliate tanti piccoli gnocchetti, infarinateli un pochino e cuoceteli in acqua bollente. Non salate l’acqua, dato che poi andrete a condire il vostro piatto con il gorgonzola. Nel frattempo prendete una ciotola da portata e preparare i 200 g di gorgonzola. Scolare con la schiumaiola gli gnocchi man mano che vengono a galla e metterli nella pirofila. Allungare la salsina con un po’ di acqua di cottura non salata. Si formerà una crema gustosissima, che sarà il degno condimento per il vostro primo piatto. Se volete, per decorare e dare un tono di colore, aggiungete dei pezzettini di pomodorino datterino.

Trucchetti per gli gnocchi

Per preparare degli gnocchi perfetti, ci sono alcuni trucchetti che è bene seguire. Innanzitutto le patate vanno messe nello schiacciapatate calde, per far sì che l’impasto rimanga omogeneo. Una volta pronti (prima di cuocerli), bisogna cospargerli di farina per fare in modo che non si attacchino alla spianatoia. Inoltre sono molto importanti le tempistiche di lavorazione. È infatti bene che siano preparati e subito cucinati, oppure in alternativa si possono mettere nel freezer e

tirare fuori poco prima di prepararli e quindi buttarli in acqua bollente ancora congelati. La giusta quantità per la donna è 200 g, mentre per un uomo è possibile

consumarne 250-300 g.

 

Sfruttare il sale degli alimenti

Come abbiamo visto con la ricetta degli gnocchi agli spinaci e gorgonzola, è importante dosare nelle nostre ricette non solo i grassi, evitando quindi di aggiungere per esempio il burro al nostro primo piatto, ma anche il sale. Per questa preparazione, vi ho infatti consigliato di non salare l’acqua, ma di sfruttare la sapidità del formaggio. Stessa cosa potete fare anche con un’insalata, evitando di aggiungere il sale nel condimento e guarnendola con qualche scaglia di Parmigiano Reggiano o pecorino.

 

Per gli intolleranti al lattosio

Non tutti però, purtroppo, possono mangiare formaggi. C’è chi è sfortunatamente intollerante al lattosio. Per questi soggetti ormai il mercato ha messo in commercio prodotti delattosati, simili a veri e propri formaggi, oppure a base di soia e riso. Si tratta di “formaggi” sostitutivi che, anche se non hanno lo stesso sapore di quelli veri, si avvicinano molto per gusto e possibilità di utilizzo. Chi però è intollerante al lattosio, può consumare anche formaggi molto stagionati, come Grana Padano, Parmigiano Reggiano e pecorino.

Formaggi, fonte preziosa di calcio

I formaggi non sono solo alimenti da tenere sotto controllo. Hanno anche innumerevoli vantaggi, Uno su tutti: il grasso dei latticini, insieme all’acqua, è la fonte massima di calcio. Quest’ultimo fa bene alle ossa, aiuta la coagulazione del sangue, la contrazione muscolare e la conduzione nervosa. Inoltre è fondamentale per la crescita, proprio per questo motivo è infatti importantissimo che non venga tolto ai bambini nella loro alimentazione quotidiana; non dimenticandoci che tutti è bene che seguano le indicazioni dettate dalla piramide alimentare.