Benessere in Cucina

Sorbetti di frutta, fresca merenda per l’estate

L’importante è utilizzare frutta di stagione e lasciarsi guidare dalla fantasia, azzardando abbinamenti gourmet che vi sorprenderanno, come quello tra lampone e aceto balsamico.

Il caldo è ufficialmente arrivato e con lui la voglia irrefrenabile di qualcosa di fresco. Ecco che si presenta puntuale l’ora dello spuntino e vorreste mangiare un bel gelato, ma la vostra mente va subito alla prova costume e a quanto vi darebbe fastidio risultare fuori forma in spiaggia. Per questo motivo la dottoressa Lertola ha pensato di proporvi tre diverse ricette per una merenda ipocalorica anti-caldo. A voi la scelta.

Una merenda sempre pronta

Visto che l’estate è arrivata e il caldo afoso si fa sentire, è bene non farsi cogliere impreparati.

Quindi acquistate tanta frutta, tagliatella a cubetti e congelatela. Sarà la vostra base per prepararvi ottimi sorbetti. Cosa vi servirà? Solo un frullatore. Oltre che comoda e veloce, questa è anche una ricetta anti-spreco. Vi permetterà infatti di conservare e utilizzare la frutta matura che altrimenti sareste obbligati a buttare dopo qualche giorno. Congelandola il processo di maturazione si fermerà e quei frutti così carichi di gusto e sapore saranno perfetti per deliziarvi sotto forma di sorbetto.

Sorbetto al melone, menta e zenzero – Ricetta

Ingredienti per 1 persona:

  • 200/250 g di polpa di melone ghiacciata,
  • menta fresca
  • buccia di limone bio grattugiata.

Per preparare il sorbetto, iniziare tagliando a cubetti il melone. Svolta questa operazione, porlo in freezer (se non lo avete già fatto nei giorni precedenti), fino a che non risulterà ghiacciato. A questo punto tirare fuori dal congelatore e frullare accuratamente, fino ad ottenere una consistenza cremosa. Guarnire con una grattugiata di di buccia di limone bio e delle foglioline di menta. Servire come fresca merenda.

Frutti rossi che passione… anche gelati

Tutta la frutta di stagione è adatta per realizzare golosi sorbetti. Ma un posto sul podio ce l’hanno senza dubbio i frutti rossi. Sarà merito del loro colore invitante, del loro profumo o semplicemente delle loro molteplici proprietà. Fragole, more, mirtilli e lamponi sono infatti dei veri e propri serbatoi di vitamine, polifenoli e sostanze contro l’invecchiamento cellulare. Sono alleati preziosi per il benessere dell’organismo e ottimi anche durante i periodi di dieta perché, essendo poveri di calorie ma ricchi di fibre, danno una buona sensazione di sazietà.

Il lampone e la sua veste gourmet

Sorbetto ai frutti rossi, buonissimo. Sorbetto al lampone con un tocco di aceto balsamico, da capogiro. Per tutti coloro che amano andare controcorrente e confrontarsi con sapori nuovi, questo abbinamento è senza dubbio da provare. Il procedimento per la realizzazione è sempre lo stesso: congelare i lamponi e lasciarli in freezer fino al loro utilizzo. Una volta frullati e preparato il sorbetto, il tocco finale lo darà l’aceto balsamico. Potrete utilizzare quello liquido oppure, ancora meglio, quello in glassa con cui potrete decorare il vostro buonissimo sorbetto.

Il potere dell’anguria

Melone, frutti rossi e non poteva mancare, ovviamente, anche l’anguria, uno dei frutti maggiormente dissetanti, rinfrescanti e ricchi d’acqua. È il frutto di stagione per eccellenza e oltre ad avere un sapore delizioso, presenta proprietà nutritive e benefiche interessanti. L’anguria è inoltre poverissima di calorie. Si tratta infatti di uno dei frutti più leggeri e meno calorici dell’estate. Le calorie derivano dal contenuto di zuccheri naturali dell’anguria, ma sono comunque davvero poche dato che 100 grammi di anguria hanno soltanto 16 calorie.

 

La ricetta del gelo d’anguria

Ingredienti (per 5 persone): 750 grammi di anguria, 60 grammi di amido di mais, un ciuffo di menta in foglie, succo di un limone. Frullare la polpa di anguria e passarla attraverso un colino a maglie fini per eliminare eventuali fibre. Incorporare gradualmente con una frusta l’amido di mais al succo di anguria. Aggiungere 3-4 gocce di succo di limone. Mettere in un pentolino e portare lentamente a ebollizione il composto, mescolando in continuazione a fiamma bassa, finché si addenserà. Lasciare intiepidire, mescolare e suddividere il gelo nei bicchierini. Lasciare in frigorifero per almeno 6 ore. Guarnire con una fogliolina di menta e servire.

 

All’origine del sorbetto

La provenienza del termine “sorbetto” è controversa. Diversi studiosi pensano che derivi dalla parola araba “sherbeth” (bevanda fresca), altri invece dalla voce turca “sharber” (sorbire) oppure dal verbo latino ”sorbeo-es-sorbui” (sorbire o succhiare). In ogni caso sembra che il nome sorbetto sia stato adottato nel Medioevo come onomatopeico del suono fatto per succhiare le bevande fresche alla frutta. Indispensabile per realizzazione queste ricette era la neve conservata in cavarne isolate con strati di paglia.