Buoni propositi

Gesti di solidarietà tutto l’anno per cambiare il mondo

A Natale siamo tutti più buoni, ma basta un po’ di spirito d’iniziativa per compiere azioni di aiuto durante tutto l’anno. Dal volontariato al caffè sospeso, senza dimenticare le donazioni di sangue e l’impegno ambientale. Per un 2020 all’insegna dell’altruismo.

Impegnarsi in gesti di solidarietà può dare una svolta alla nostra vita: aiuta a focalizzare i nostri valori e a perseguirli, dona senso e significato alle giornate, ci mette in relazione con altri. Se è vero che a Natale siamo tutti più buoni, non limitiamo queste buone azioni alle festività: consideriamole invece un punto di partenza per continuare a compiere almeno un gesto di solidarietà al mese per tutto il 2020.

La scelta del volontariato

In Italia sono attive moltissime associazioni che si dedicano al volontariato e c’è sempre bisogno di una mano. Il primo consiglio da seguire è scegliere ciò che sentite più vicino e affine, come ad esempio le attività con persone disabili, il supporto in situazioni di povertà o indigenza (in inverno l’emergenza freddo è costante per i senzatetto). In alternativa potreste trascorrere del tempo con gli anziani, aiutare nei compiti i bambini con qualche difficoltà, servire pasti alle mense per i poveri o, perché no, diventare clown di corsia negli ospedali.

Animali, ambiente e mercato

Se amate gli animali, indirizzatevi verso canili, gattili e realtà impegnate nel recupero di specie non domestiche. Solo per citare le associazioni principali, Legambiente e WWF organizzano moltissime attività in sostegno della biodiversità ambientale; Italia Nostra e FAI lavorano per il mantenimento e l’apertura al pubblico degli innumerevoli beni culturali e architettonici; mentre il circuito del commercio equo e solidale opera per promuovere un mercato che rispetti i diritti dei lavoratori e l’ecosistema. Basta una ricerca su internet per scoprire quali e quante associazioni operano nel territorio in cui abitate (alcuni esempi nei box).

Libri, biglietti e caffè sospesi

Avete mai sentito parlare del “caffè sospeso”? Tutto è nato nei bar di Napoli, dove da sempre i clienti possono ordinare, oltre al proprio, un secondo caffè, ricevendone uno e pagandone due. In questo modo, quando nel bar entra una persona bisognosa, può consumare gratuitamente la tazzina di caffè offerta dal primo avventore. Questa bella tradizione oggi ha preso piede in tante città d’Italia: perché non diffondere l’abitudine anche nella vostra o contribuire a promuoverla se già c’è? In tempi recenti il concetto di “bene sospeso” si è allargato ad altri settori, specialmente a quello culturale. E così in molte librerie è nato il “libro sospeso”, mentre alcuni teatri e cinema permettono di fare il “biglietto sospeso”.

L’importanza di donare il sangue

Donare il sangue fa bene agli altri, ma anche a chi decide di compiere questo gesto. Innanzitutto al donatore vengono garantiti ogni anno una serie

di controlli e test gratuiti con particolare attenzione ai valori di colesterolo, glicemia e trigliceridi. L’azione in sé comporta inoltre una presa di coscienza dell’individuo, che è stimolato a mantenere uno stile di vita sano. Donare sangue, quindi, vale il doppio, perché salva la vita a chi lo riceve e favorisce la salute del donatore. È un gesto concreto di solidarietà: significa letteralmente donare una parte di sé a qualcuno che sta soffrendo, che ne ha un reale e urgente bisogno. Significa preoccuparsi e agire per il bene della comunità e per la salvaguardia della vita.

Le attività di volontariato del territorio

Le associazioni di volontariato sul territorio sono numerosissime e la carrellata che vi proponiamo qui è ovviamente parziale. A Varese e a Busto Arstizio, Il Ponte del Sorriso Onlus lavora dal 1994 nel reparto di Pediatria degli ospedali per riportare il sorriso ai bambini ricoverati. Sempre a Varese, Anffas Onlus promuove iniziative di sensibilizzazione per assicurare alle persone con disabilità una migliore qualità di vita e tutelarne i diritti, mentre l’Associazione Nonsolopane raccoglie alimenti a lunga conservazione. È possibile dare una mano anche alla mensa dei poveri presso la Parrocchia della Brunella di Varese. A Legnano, Cielo e Terra gestisce un dormitorio con più di 800 persone. A Gallarate Auser Insieme cerca volontari per attività con gli anziani soli, mentre l’associazione Voce del Silenzio propone corsi di formazione per assistere persone in stato vegetativo e le loro famiglie. A Novara, Il Solco Onlus gestisce case di prima accoglienza per persone in difficoltà, con progetti d’inserimento mirati. A Como la Onlus Centro Aiuto alla Vita lavora per i diritti delle donne assistendole specialmente in gravidanza, mentre il Banco di Solidarietà cerca volontari per consegnare i pacchi viveri alle famiglie assistite. A Vigevano è attivo il Coordinamento Volontariato Vigevano che promuove numerose iniziative in aiuto dei ragazzi, degli adulti e dei disabili in difficoltà. A Verbania l’associazione Verbania Milleventi lavora in collaborazione con l’ospedale. A Gravellona, la Fondazione Vita Vitalis organizza attività di supporto per gli anziani soli. A Milano la Mensa Opera San Francesco serve circa 2.000 pasti al giorno per i poveri.