Da noi il benessere è super a tavola

Estate, tempo di aperitivi leggeri e rinfrescanti

Tanti suggerimenti per realizzare un aperitivo “anti caldo” all’insegna del gusto ma anche della leggerezza.

L’estate è finalmente arrivata con il suo carico di colori, vitalità e divertimento. Ma anche, inevitabilmente, con le sue temperature da bollino rosso, che rendono faticose persino le azioni più semplici e scontate. Guai a rinchiudersi in casa, però. Abbiamo lavorato troppo per trascorrere i mesi di luglio e agosto attaccati al condizionatore e al ventilatore. Non sarebbe meglio, allora, concedersi un bell’aperitivo in compagnia, magari in giardino o in terrazzo? Ecco una serie di ricette e idee per fare il pieno di energia e freschezza. Perché il caldo si combatte soprattutto a tavola, con cibi nutrienti e adatti a questo periodo.

Attenzione alle bevande fredde

I primi consigli nella preparazione del buffet casalingo “anti caldo” hanno a che fare con il termometro. Durante l’estate si è ovviamente spinti verso cibi e bevande presi direttamente dal frigorifero. E in effetti consumare prodotti freschi, se non freddi, ci permette di non innalzare la temperatura corporea ed evitare di percepire maggiormente il calore. Ma bisogna stare attenti, soprattutto nel caso dell’acqua e delle bibite che, se sono gelate, rischiano di procurarci una congestione. La raccomandazione è quella di non bere troppo in fretta, tutto d’un sorso, evitando accuratamente le bevande ghiacciate. Come comportarsi all’atto pratico? Quando le tirate fuori dal frigorifero e le versate nel bicchiere, aspettate sempre almeno un paio di minuti prima di portarle in bocca. In questo modo vi doneranno la sensazione di freschezza, ma senza restarvi bloccate sullo stomaco. Questa regola, che vale in generale per tutti, è fondamentale specialmente per i bambini e gli anziani, per i quali è sempre meglio evitare il consumo di bevande con molto ghiaccio all’interno.

Non accendere i fornelli

Sempre restando in tema di temperatura, un altro suggerimento è quello di abolire o comunque ridurre il più possibile l’uso dei fornelli e del gas, che generano calore nell’ambiente. Al posto delle classiche bruschette al pomodoro con il pane abbrustolito, potete prevedere dei tramezzini, da farcire con un velo di burro e salmone affumicato. Aggiungete qualche foglia di menta o basilico e la ricetta sarà ancora più fresca. Se vi piacciono i latticini e i prodotti caseari, potete prevedere dei bocconcini di mozzarella, di feta o altri formaggi magri e poco stagionati, da abbinare a ricche insalatone condite con olio e succo di limone. E un’altra alternativa fresca e gustosa sono delle tartine o dei bocconcini finger food da assemblare con gli ingredienti che più gradite. Ad esempio delle rondelle di cetriolo possono essere la base su cui spalmare una salsa allo yogurt o dello tzatziki, aggiungendo poi uno spicchio di pomodorino e insaporendo il tutto con erba cipollina. Oppure si possono usare piccole porzioni di pane integrale sulle quali stendere un velo di formaggio spalmabile variegato con carote, peperoni e prezzemolo tritati: avrete così creato un morbido “letto” su cui adagiare un pomodorino messo in verticale e svuotato all’interno dopo averne eliminato la sommità. Farcitelo con formaggio spalmabile o ricotta, con l’aggiunta finale di una fetta di coppa. Uno stuzzichino sfizioso e piacevole anche per gli occhi da guarnire con fettine di oliva, prezzemolo e basilico.

Verdure al potere

In estate, con il gran caldo, il rischio maggiore è quello di una scorretta idratazione. È quindi fondamentale ingerire cibi ricchi d’acqua, a cominciare dalla frutta e soprattutto dalla verdura. Prediligere prodotti di stagione ci consente di consumare alimenti ancora più ricchi di micronutrienti essenziali per la nostra salute. Nella preparazione degli aperitivi, quindi, via libera ai propri gusti personali in fatto di ortaggi e dintorni. Un semplice ma colorato pinzimonio di carote, peperoni, pomodori, zucchine, ma anche ravanelli e cetrioli non deve mai mancare, abbinato a un olio extra vergine di oliva.

Bere molta acqua, anche aromatizzata

Oltre a preferire cibi ricchi d’acqua, non bisogna ovviamente scordarsi di bere molto per reintegrare i liquidi e i sali minerali che inevitabilmente si perdono con il sudore. Il consiglio è cercare di non stare sotto i due litri d’acqua al giorno. Pensando al buffet casalingo, mettete in tavola i succhi di frutta, di verdura ed estratti. Consigliatissime anche le acque aromatizzate, con cui si può fare il pieno anche di vitamine. Come sempre, privilegiate la stagionalità nella scelta della frutta e della verdura per prepararle: la proporzione ottimale è di 200 grammi di frutta o verdura da versare direttamente in 1 litro d’acqua, lasciando in infusione. Qualche esempio? L’acqua aromatizzata all’ananas e kiwi ha un effetto diuretico e disintossicante, mentre l’abbinata fragole e menta rinfresca e rigenera. Infine, l’accoppiata anguria e melone è quel che ci vuole per dissetare e idratare ai massimi livelli.

La cheesecake con frutta di stagione

No, golosi: non ci siamo dimenticati di voi. La nostra scelta light e rinfrescante è una mini cheesecake con frutta di stagione. Cosa serve? Un vasetto di yogurt bianco magro, 80-100 g di formaggio fresco spalmabile (meglio se in versione light), 6 biscotti integrali, 50 g di zucchero e 150 g di frutta di stagione a vostra scelta. Per prepararla versate i biscotti precedentemente sbriciolati e amalgamati con un po’ d’acqua fredda all’interno di piccole coppette, da mettere in frigo per una ventina di minuti. Nel frattempo frullate la frutta e unitela allo yogurt, al formaggio spalmabile e allo zucchero. Mescolate con cura e versate la crema ottenuta nelle coppette, lasciando riposare in frigo almeno 30 minuti. Sopra al dolce potete aggiungere qualche fettina di frutta fresca per guarnire.

Pomodoro tutto d’un sorso

Un’altra scelta analcolica e light perfetta per gli aperitivi in terrazzo è certamente il succo di pomodoro, preparato frullando 200 g di pomodori maturi (da TIGROS si trova anche il succo di pomodoro confezionato già pronto). Si può prendere da solo, ma anche con l’aggiunta di un po’ di succo di limone. Se lo gradite più saporito, aggiungete un pizzico di sale, pepe e, per i più

temerari, anche qualche goccia di salsa tabasco. Il succo di pomodoro è utile per proteggersi dai raggi solari ed è un perfetto antiossidante, oltre a sostenere la funzionalità delle ossa.

L’insalata di polpo con patate

Come preparare l’insalata perfetta? Innanzitutto si deve partire dall’uso abbondante di verdura; in seconda battuta ricorrere all’olio extra vergine d’oliva come condimento, senza però abbondare. All’interno devono poi esserci anche un po’ di carboidrati come patate, mais o in alternativa del pane integrale come accompagnamento. Il contributo proteico deve essere apportato da un solo alimento: si può ricorrere al formaggio light, a qualche affettato tipo bresaola o arrosto di tacchino, ma anche pesce, legumi e uova. Per insaporire, spazio agli aromi, che permettono di non abbondare con il sale. Una ricetta che rispetta queste caratteristiche è quella dell’insalata di polpo con patate. Pulite il mollusco (350 g per due persone) e mettetelo in una pentola con acqua salata. Portatelo a ebollizione e fatelo cuocere per 40 minuti. Vi sembrano tanti? Eppure il segreto per mantenere la morbidezza del polpo sta proprio nella cottura lenta, che evita l’effetto gommoso della carne. In contemporanea fate bollire 200 g di patate per una ventina di minuti (i tempi variano a seconda delle dimensioni). Quando è tutto pronto, in una ciotola, versate il polpo tagliato a dadini, le patate a pezzetti e qualche foglia di valerianella o di rucola. Insaporite il tutto con succo di un limone e 10 ml di olio extravergine di oliva. Se volete, potete aggiungere anche una fogliolina di menta e un po’ di prezzemolo.