Da noi il benessere è super a tavola

Inestetismi cutanei, la battaglia inizia a tavola.

La dottoressa Valentina Lazzati, specialista in Chirurgia Plastica, e il nutrizionista Giulio Romano, ci svelano come prenderci cura della nostra pelle prestando attenzione al regime alimentare.

Borse sotto gli occhi, dermatiti ed eczemi, ma anche acne e la temutissima cellulite. Gli inestetismi della pelle sono numerosi e influenzano la percezione che abbiamo di noi stessi. Combatterli è spesso una battaglia da condurre giorno dopo giorno attraverso uno stile di vita sano ed un’alimentazione corretta. Per svelare alcuni segreti sulla giusta dieta da seguire abbiamo intervistato Giulio Romano, medico estetico e nutrizionista di Milano, che il prossimo 22 maggio insieme alla dottoressa Valentina Lazzati, specialista in Chirurgia Plastica ricostruttiva ed estetica presso l’Ospedale Maggiore di Lodi e libera professionista a Milano, Varese e Lodi, terrà il Corso di cucina gratuito TIGROS dedicato agli inestetismi della pelle e all’alimentazione. L’evento si svolgerà presso il Ristorante Buongusto di Castellanza in via Bettinelli 10 (vedi box a pagina 11).

L’importanza dell’alimentazione

«Tutto ciò di cui ci nutriamo entra a far parte dei nostri processi biologici, molecolari, energetici e spirituali condizionando il modo di pensare e relazionarci con gli altri», spiega il dottor Giulio Romano. «Estremizzando questo principio, il filosofo tedesco Feuerbach asseriva che “noi siamo quello che mangiamo”. Un concetto valido a maggior ragione per la nostra pelle, la cui salute non può prescindere da una corretta alimentazione».

Frutta e verdura di stagione per combattere l’acne

Per chi è affetto da acne è consigliata una dieta moderatamente ipocalorica e ricca di frutta. Soprattutto le mele svolgono un’azione benefica contro questo disturbo, grazie alla presenza della pectina, un polisaccaride che favorisce i processi intestinali e di digestione. Anche pere e agrumi, ricche di vitamina C, stimolano il sistema immunitario e proteggono dalle infezioni. «Semaforo verde per la verdura di stagione, i cereali integrali e i legumi. Da limitare, invece, il pomodoro crudo, soprattutto se poco maturo, così come i cibi molto zuccherati o ricchi di grassi saturi (burro, salumi, formaggi grassi e latte intero), che alzano i livelli di insulina e aumentano la produzione di androgeni favorendo la formazione di brufoli».

Vitamine e omega 3 contro dermatiti ed eczemi

Per chi soffre di dermatiti ed eczemi è consigliata una dieta ricca di vegetali freschi, frutta di colore arancione, ricca di vitamina E ed A e pesce ad alto contenuto di omega 3 come lo sgombro, il salmone, le acciughe e le sardine.

Cellulite, attenzione al sale

Acerrima nemica della prova costume, la cellulite è uno degli inestetismi più comuni e temuti, specie per le donne. L’alimentazione consigliata per prevenirla e combatterla è ricca di verdure crude (lattuga, radicchio) e frutti (agrumi, ananas, fragole) che contengono tanta vitamina C. «Quest’ultima infatti svolge un’importante funzione protettiva nei confronti del microcircolo sanguigno, tra i bersagli principali della patologia. Vanno bene anche cereali integrali, latte e yogurt scremati, pesci ad alto contenuto di omega 3, carne bianca e rossa magra. Meglio invece limitare il sale, che aumenta la ritenzione idrica, i grassi animali, i fritti, e i salumi che causano deposizione di grasso sottocutaneo e formazione di tossine».

Eritema solare, è fondamentale prevenire

Per evitare il classico eritema estivo si deve invece giocare d’anticipo. «All’incirca un mese prima di esporsi al sole sarebbe utile iniziare una dieta ricca di antiossidanti come vitamina C ed E, contenuti in frutta e verdura. In questo modo si prepara la pelle alla futura esposizione e si riduce l’entità dell’eventuale scottatura da raggi UV. Inoltre, l’assunzione di betacarotene – presente nelle carote, nei pomodori, nella verdura a foglia verde, nelle patate dolci e nel melograno – favorisce la formazione di melanina, il principale pigmento che conferisce colore alla nostra pelle, proteggendo l’organismo dall’azione nociva dei raggi ultravioletti».

Come dire addio alle borse sotto gli occhi

Per combattere questo comune inestetismo bisogna innanzitutto partire dalle proprie abitudini: le borse sotto gli occhi sono spesso il frutto di uno sti

le di vita non appropriato, caratterizzato da poche ore di sonno, fumo e stress.

«Lavorare su questi fattori significa già essere a buon punto nella risoluzione del problema. A livello alimentare è invece consigliata una dieta bilanciata secondo lo schema: 55-60% carboidrati, 20-30% lipidi e 10-15% proteine».

Via quelle palpebre gonfie

Anche per quanto riguarda il gonfiore delle palpebre sono tanti e numerosi i rimedi fai-da-te consigliati dalla dottoressa Lazzati. Spesso la soluzione può venire direttamente dalla cucina, trovando usi alternativi e insospettabili per alimenti comuni. Ad esempio, le bustine di tè già utilizzate – se opportunamente conservate in frigorifero – si rivelano una buona alternativa agli impacchi di camomilla. Oppure le confezioni di piselli surgelati possono sostituire le applicazioni di ghiaccio tritato sugli occhi. Senza ovviamente dimenticare un grande classico delle soluzioni casalinghe: le rondelle di cetriolo da applicare sulle palpebre.

 

Gli altri trucchi contro la cellulite

Oltre al lavoro da svolgere a tavola, la cellulite può essere combattuta con altre buone pratiche. Come rivela la dottoressa Valentina Lazzati ci sono infatti una serie di “trucchi” da seguire per avere la meglio sulla caratteristica pelle a buccia d’arancia che tanto preoccupa le donne in vista dell’estate. «Bere un bicchiere di acqua calda con limone, ogni mattina appena svegli o svolgere regolare attività fisica possono contrastare questo fastidioso inestetismo. Sudare aiuta a depurare il sistema linfatico, motivo per cui l’esercizio è l’ideale. Correre, saltare o ballare sono tutte attività particolarmente consigliate, così come il cosiddetto yoga “hot”, ossia praticato in stanze con alte temperature». Inoltre, gli esercizi mirati ad aumentare il tono e la massa muscolare aiutano ad avere una cute più tonica, mentre lavorare con i pesi può velocizzare il metabolismo. «Un’altra pratica utile è quella del brushing (letteralmente “spazzolatura”) sulla pelle asciutta, da effettuare massaggiando il modo circolare le zone affette da cellulite con un composto realizzato con due cucchiai di zucchero di canna e due di miele. In doccia si può invece alternare il getto di acqua calda e quella fredda a livello degli arti inferiori per migliorare la circolazione e il drenaggio linfatico».