La domanda del Mese

Le trappole che non aiutano a dimagrire

Riprogrammare la mente innovando lo stile di vita e variando le abitudini. Questo è il segreto per una dieta equilibrata e che funzioni.

Il grande momento è arrivato: dopo mesi e mesi avete deciso di mettervi a dieta dimagrante. Siete motivati, ma l’inizio è sempre la fase più delicata e difficile. Dovete quindi stare attenti a non cadere in alcune trappole ricorrenti. È necessario avere chiaro il vostro obiettivo e continuare sulla vostra strada fatta di determinazione e mangiar bene, ma pur sempre con gusto.

A ognuno il suo lavoro

Il primo passo è stato fatto: siete determinati e avete deciso di mettervi a dieta. Il peggior errore che potete fare in questa prima fase è l’alimentazione fai da te. La prima cosa che dovete fare è quindi rivolgervi a un medico dietologo che vi possa aiutare a cambiare seriamente il vostro stile di vita.

Ogni giorno è lunedì

È mercoledì e siete appena stati dal dietologo. La determinazione per mettersi a dieta c’è, però vi volete concedere ancora qualche giorno di libertà, perché d’altronde lo si sa, la dieta la si inizia di lunedì. Non c’è mossa più sbagliata! È bene iniziare subito quando lo si decide, evitando lo stereotipo di cominciarla a inizio settimana: il week end infatti può regalare un altro chilo in più. Meglio quindi ringraziare il fine settimana e rifiutare il suo pesante regalo.

L’olio, un falso amico?

Dobbiamo inoltre stare attenti alle false convinzioni: ad esempio un grande classico è sostituire il burro con l’olio nelle torte pensando di renderle “più leggere”. Non c’è niente di più sbagliato! L’olio infatti è addirittura più calorico del burro (perchè non ha acqua): 900 calorie per 100 grammi contro le 758 del burro.

Riprogrammare la mente

Sapete chi è la vostra migliore amica, quando decidete di mettervi a dieta? Sicuramente la testa. È bene infatti puntare tutto sul riprogrammare la mente, impostando un nuovo stile di vita che duri per sempre. Bisogna essere motivati e sarà proprio la motivazione a darvi la forza nei momenti di cedimento e di concedervi qualche leccornia, che vi potrebbe dare gioia sul momento, ma tanta tristezza una volta salite sulla bilancia.