Cappelletti di boccia mantovana, cappello del prete al sugo di arrosto e tartufo

Preparazione:

Disporre la farina 00 e la farina di semola di grano duro a fontana. Posizionare al centro il resto degli ingredienti. Amalgamare fino ad ottenere un composto liscio ed uniforme. Lasciare riposare in frigorifero almeno unora. Per il ripieno: far cuocere la boccia mantovana in acqua per 2 ore. In unaltra pentola mettere lolio e lo scalogno e rosolare larrosto e il cappello del prete. Salare e rosolare accuratamente tutti i lati. Bagnare con il vino rosso e lasciar evaporare lalcol per mantenere il sapore. Bagnare poi con il brodo e fare cuocere per 1 ora e mezza circa. Macinare nel tritacarne la quantità di boccia mantovana, arrosto e cappello del prete necessaria per il ripieno. Aggiungere il Parmigiano Reggiano, luovo, laglio e il prezzemolo. Amalgamare fino ad ottenere un composto uniforme e compatto. Per i cappelletti: stendete la pasta fino ad ottenere una sfoglia sottile. Ritagliare tanti quadratini di pasta della stessa dimensione. Posizionare al centro dei quadretti dei mucchietti di ripieno. Ripiegare la pasta su se stessa formando un triangolo. Premere con le dita attorno al ripieno, cercando di far uscire tutta laria ed infine schiacciare i lati del triangolo pressandoli bene. Far combaciare le punte alla base del triangolo di pasta e rivoltare il vertice, creando il tipico cappelletto. Per la salsa e i cappelletti: una volta tolti larrosto ed il cappello del prete dalla pentola lasciarla sul fuoco e ridurre il sugo di cottura fino ad ottenere una salsa. Far poi bollire i cappelletti realizzati in acqua salata. Disporre i cappelletti in un piatto e guarnire con il sugo. Aggiungere una grattata di tartufo nero e dei petali di boccia mantovana.      

Vino Consigliato:

bolgherBolgheri D.O.C. Campo Al Noce