Serate a tema

Total White Party, la festa all’insegna del bianco

Per celebrare l’arrivo della bella stagione non c’è niente di meglio che organizzare un ritrovo tra amici ispirandosi al colore più estivo di sempre sia per il rinfresco sia per l’abbigliamento e l’allestimento.

Da qualche anno a questa parte spopolano i “White Party”, ovvero delle feste organizzate in luoghi pubblici in cui ognuno porta il suo tavolino e le sue sedie, oltre a cibo e bevande, per trascorrere una serata conviviale tra vecchi amici e persone conosciute al momento. L’unica regola che vige in queste occasioni è che tutto – dall’abbigliamento alle preparazioni culinarie – sia rigorosamente bianco. Raffinato ed elegante, un evento analogo può essere organizzato facilmente anche fra le quattro mura di casa, nel proprio giardino, in terrazza o, se si ha la fortuna di possedere una piscina, a bordo vasca.

 

Un evento storico

La prima festa in bianco risale al lontano 1784, quando Maria Antonietta organizzò una cerimonia nella Reggia di Versailles per celebrare l’arrivo del re di Svezia, Gustavo III. Quel 7 giugno la regina di Francia impose a tutti i partecipanti di vestirsi appunto di bianco, ma si sa che Maria Antonietta amava organizzare feste regali ed eccentriche. Esattamente 30 anni dopo un appuntamento simile fu riproposto a Parigi, la Dîner en Blanc (letteralmente cena in bianco), e da lì si è diffusa in tutto il mondo la moda di organizzare feste in bianco.

Da dove partire

Pur trattandosi di un party tra amici, vista l’eleganza del tema è assolutamente vietato invitare gli ospiti via cellulare o mail. Meglio optare per dei biglietti cartacei: basta un cartoncino bianco da infilare in una busta da lettera bianca anch’essea, su cui scrivere con una penna o un pennarello in oro. Ricordatevi di specificare data, ora, indirizzo e il “dress code”, ovvero come vestirsi: vietate tutte le nuances, solo il bianco è ammesso.

L’allestimento

Per una serata d’effetto va studiato anche l’allestimento: tovaglia, piatti, posate e decorazioni. Va da sé che il tema impone che tutto sia dello stesso colore. A prescindere che siate in casa o all’aperto, decorate l’ambiente con festoni, ghirlande, palloncini, lucine, lanterne, ma anche piume o ventagli. I divani, in casa, possono essere rivestiti semplicemente con delle lenzuola o dei teli, ma è importante che anche i cuscini abbiano delle federe bianche. Un’idea molto carina per una festa fuori è quella di creare qua e là piccole zone relax con teli stesi a terra, cuscinoni e candele.

Il menu

Potete optare per un buffet oppure per una cena vera e propria, con gli ospiti seduti a tavola, se l’evento è per pochi intimi. In entrambi i casi usate tovaglie bianche e piatti del medesimo colore. Bicchieri e caraffe vanno bene sia in vetro trasparente che in plastica. Non dimenticate il centrotavola: sarà perfetta una lanterna o un mazzo di fiori freschi. Va da sé che anche cibo e bevande devono essere a tema “white”. Via libera quindi ad acqua e vino bianco per quando riguarda il bere. Per le pietanze, invece, avete solo l’imbarazzo della scelta. Le tartine possono essere farcite con creme chiare, come la salsa tartara o tonnata, mentre i tramezzini e i bignè salati con maionese e surimi. Accompagnate i formaggi con diversi tipi di miele e composte di colore chiaro (come la mostarda di pere o la salsa di mele cotogne). Preparate anche una mousse di gorgonzola e mascarpone con le noci e uno sformato di patate. E per dolce? Cupcakes con glassa al cioccolato bianco, cheesecake, crostate di ricotta o biscott

ini di frolla glassati.

La ricetta dei muffin al cioccolato bianco

Un dessert mono-porzione tutto bianco è l’ideale per il “White Party”. Per prepararlo, sciogliete 100 g di cioccolato bianco e fatelo intiepidire. Nel frattempo montate un uovo con 120 g di zucchero e unite a filo prima 70 ml di olio di semi, poi 100 ml di latte ed infine il cioccolato. Unite all’impasto 220 g di farina, i semini di una bacca di vaniglia e una bustina di lievito. Riempite per ¾ i pirottini da muffin precedentemente imburrati e cuocete per 15-20 minuti a 180 gradi (con forno già caldo). Una volta freddi, decorate i vostri dolcetti con altro cioccolato bianco fuso e cocco grattugiato.

Come realizzare delle lanterne fai da te

Non c’è bisogno di comprare delle decorazioni costose, si possono realizzare degli addobbi casalinghi con materiali di riciclo. Prendete dei vasetti di vetro (anche quelli delle marmellate finite), dei vecchi bicchieri o dei mini-portacandela e legateci intorno dello spago da cucina. Non c’è una regola da seguire, lasciatevi guidare da fantasia e creatività. Verniciate con della vernice spray o liquida, meglio se con l’aiuto di un pennello, e fate asciugare. Tagliate lo spago ed eliminatelo: avrete così ottenuto una lanterna bianca con dei dettagli trasparenti. Decorate eventualmente con dei nastrini e posizionate all’interno una candela bianca.