La coppia perfetta

Yogurt e banana, per merende e colazioni golose e salutari

Lo yogurt facilita la digestione e regola la funzionalità dell’intestino, mentre la banana, grazie a una particolare fibra, ne potenzia i benefici, contribuendo allo sviluppo dei probiotici, i batteri vivi amici del nostro organismo.

Lo yogurt è un derivato del latte, attraverso un processo di fermentazione, e rappresenta un toccasana per l’intestino e la digestione, ma anche per le ossa e le difese immunitarie.
La banana è un frutto ricco di vitamine, sali minerali e carboidrati. Ha proprietà nutrienti, remineralizzanti, rafforza il sistema nervoso e migliora la capacità di concentrazione.

Lo yogurt (sia quello classico che greco) e la banana sono due alimenti davvero appetitosi e preziosi dal punto di vista della nutrizione, che si sposano perfettamente nel sapore e nella sinergia tra gli elementi che li compongono. Scopriamo allora quali benefici apportano e come assaporarli al meglio con qualche semplice ricetta.

La trasformazione del latte

Lo yogurt è un alimento dalle origini molto antiche e alcuni scavi hanno rivelato che già in età preistorica gli uomini lo conoscevano e consumavano. Si tratta di un derivato dalla lavorazione del latte, che subisce un processo di fermentazione durante il quale il lattosio si tramuta in acido lattico. Per innestare questo processo si aggiungono al latte degli speciali batteri vivi, assolutamente innocui per l’uomo, come il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus termophilus.

Il contenuto nutrizionale

Lo yogurt contiene numerosi elementi nutrizionali a partire dalle proteine, dai grassi, ma anche carboidrati e minerali (soprattutto il calcio) e preziose vitamine del gruppo B. Da ricordare è anche la buona presenza della vitamina PP, collegata al processo di sintesi della serotonina, anche detto “l’ormone del buon umore” perché ci aiuta a ritrovare il sorriso e affrontare la giornata con la giusta grinta.

L’azione benefica e le diverse tipologie

Lo yogurt quindi apporta importanti elementi nutrizionali al nostro organismo. Inoltre regola la funzionalità intestinale e si rivela molto utile nel combattere il gonfiore. Ancora, favorisce il processo di digestione, potenzia le difese immunitarie e rafforza l’apparato osseo. Rispetto al latte, inoltre, risulta molto più digeribile quindi adatto anche a chi ha problemi di intolleranza o sensibilità. Diversamente da quanto si potrebbe pensare, lo yogurt intero possiede meno zuccheri rispetto a quello magro, anche se fornisce più grassi e calorie. Il consiglio, quindi, è di fare sempre attenzione a ciò che è scritto in etichetta. Un capitolo a parte è occupato dallo yogurt greco, che ha una consistenza più compatta grazie ad un triplice processo di filtrazione (contro i due a cui è sottoposto quello tradizionale). Lo yogurt greco, inoltre, contiene meno sodio e per questo è indicato per chi soffre di pressione alta. Esiste anche lo yogurt vegetale, ad esempio di soia, che è privo di lattosio e di calcio, per chi ha intolleranze.

Banane, scrigno di vitamine e minerali

La banana è un frutto ricchissimo, tra i più consumati al mondo, che racchiude, nella sua polpa, vitamina A, B1, B2, C, PP, sali minerali (calcio, fosforo, ferro e potassio) e carboidrati. Ha proprietà nutrienti, remineralizzanti e stimolanti per la pelle. Rafforza il sistema nervoso, migliora la capacità di concentrazione, aiuta chi soffre di insonnia a dormire meglio, a rilassare i muscoli e a perdere peso, perché dona senso di sazietà. Ancora, contribuisce alla produzione dei globuli bianchi, e, grazie agli antiossidanti, protegge l’organismo dall’invecchiamento. Proprio come lo yogurt stimola, una sostanza che il corpo converte in serotonina, utile per ritrovare il buonumore e ridurre lo stress. La banana è un cibo perfetto per chi fa sport, perché fornisce ai muscoli carboidrati velocemente assimilabili e favorisce il recupero. L’amido che contiene tende a rallentare la digestione, per cui è meglio evitare di mangiarla alla sera. È perfetta, invece, a metà mattina o a metà pomeriggio, quando il senso di fame tra un pasto principale e l’altro rischia di indirizzarci su alimenti più calorici e meno sani.

Yogurt e banana: meglio insieme

Abbiamo visto che lo yogurt contiene probiotici, batteri vivi amici dell’organismo umano. Tuttavia, essendo esseri viventi, anch’essi hanno bisogno di nutrirsi. L’inulina, una fibra presente nelle banane, è il cibo prediletto dei batteri, che grazie ad esso crescono e proliferano. Inoltre, l’inulina aiuta ad assimilare il calcio dello yogurt, mentre le sostanze contenute in quest’ultimo concorrono contemporaneamente a rendere più digeribile il frutto: una sinergia perfetta. Yogurt e banana sono un’accoppiata nutriente, ottima per spuntini, colazioni e merende: il frutto dona una consistenza cremosa e al contempo permette di aggiungere meno zucchero a preparazioni come frullati, torte o biscotti.

Ingredienti per una colazione ideale

Il modo più semplice di gustare insieme i due alimenti è tagliare una banana a rondelle di mezzo centimetro di spessore e mescolarla a uno yogurt bianco. Un piatto base per la colazione, da arricchire a piacimento con cereali, frutti di bosco, frutta disidratata o secca (noci, mandorle, nocciole o semi), e magari una spolverata di cannella. In alternativa, si può realizzare un frullato con uno yogurt bianco, una banana, mezzo bicchiere di latte (la quantità può variare a seconda della consistenza desiderata), un cucchiaino di miele, la scorza grattugiata di un limone e un po’ di granella di nocciola per guarnire.

Ciambella, bontà con leggerezza

Sbucciate due banane piccole, o una grande, e schiacciatele con una forchetta. Tritate grossolanamente 100 g di gherigli di noci. Montate 125 g di burro con 80 g di zucchero di canna, aggiungete due uova e continuate fino a ottenere un composto spumoso. Unite le banane schiacciate, un barattolo di yogurt bianco intero da 125 g, le noci tritate, 230 g di farina setacciata e una bustina di lievito. Mescolate bene, poi versate l’impasto in uno stampo da ciambella imburrato o in una tortiera e cuocete in forno già caldo a 180 gradi per circa 35 minuti. Per una versione ancora più golosa, aggiungete alla farina 20 g di cacao o gocce di cioccolato.

Ecco la yogurtcake, una cheesecake senza formaggio

Questo dolce non è proprio una cheesecake, ma una versione più leggera della famosa torta americana, perché fatta con lo yogurt. In altre parole, una torta fredda e senza cottura di yogurt e banane. Per realizzare la base sbriciolate 160 g di biscotti, mescolateli con 80 g di burro fuso, ricoprite con il composto la base di uno stampo da torta a cerniera precedentemente imburrato, premendo leggermente per rendere compatta la base, e mettete in frigo per circa mezz’ora. In una ciotola montate con una frusta 500 g di yogurt bianco cremoso con due cucchiai di zucchero (variabili a seconda del grado di dolcezza preferito) e scaldate leggermente il composto a bagnomaria (non deve sobbollire). Intanto, in un pentolino ammollate due fogli di gelatina con poco latte e, una volta sciolti, aggiungeteli allo yogurt scaldato. Versate il composto sulla base di biscotti, livellatelo con il dorso di un cucchiaio e mettete la torta in frigo per almeno due ore. Nel frattempo, preparate una gelatina alla banana: sbucciate e tagliate a pezzetti due banane mature, frullatele con un po’ di succo di limone e 50 ml di acqua. Sciogliete un altro foglio di gelatina e unitelo al frullato di banane scaldandolo sul fuoco e mescolando continuamente per 3-4 minuti. Fate intiepidire la gelatina e versatela sulla torta di yogurt ormai fredda, poi rimettete in frigo la torta fino al rassodamento. Quando sarà fredda e compatta, decoratela a piacere con una banana fresca tagliata a rondelle.